DAWN
Home Contatti  
   
DAWN Italy DAWN Youth DAWN Pregnancy Call to Action Manifesto dei diritti DAWN Action DAWN Award


la comunicazione paziente-operatore, e tra i diversi operatori
l’assistenza diabetologica da parte di un team, adeguadamente formato
e completo nei suoi diversi componenti, con particolare riguardo al medico di medicina generale, all’infermiere specializzato e ad alcune figure di specifica competenza (psicologo, dietista, podologo/podiatra).
l’auto-controllo attivo.
le barriere alla terapia, farmacologica e non farmacologica.
assistenza psicosociale, alla persona con diabete ed ai suoi familiari.
specifici programmi dedicati all’incremento delle attività motorie delle persone con diabete, modulati in base alla potenzialità personali.
nella filiera assistenziale il ruolo fondamentale di un associazionismo
responsabile.
la sensibilità dei decisori verso sistemi di gestione delle cronicità.

la comunicazione tra bambino, familiare e operatore sanitario
la fase di transizione tra l’assistenza diabetologica pediatrica e quella dell’adulto
l’autocontrollo e l’autogestione
assistenza psicosociale ai giovani con diabete e alle loro famiglie
programmi di informazione e l’assistenza in ambito scolastico
l’inserimento dei giovani nei percorsi aggregazionali, ludici e sportivi
l’opinione pubblica sulla diagnosi precoce del diabete nel bambino
la sensibilità dei decisori istituzionali verso le esigenze individuali e familiari correlate al diabete giovanile

gli operatori sanitari per la realizzazione di un PDTA per il
diabete gestazionale.
campagne informative, anche attraverso organi di
stampa e mass-media, per sensibilizzare le donne alla problematica
dello screening, della diagnosi e del follow-up post-partum.
in ogni regione una rete di assistenza per diabete in gravidanza
con collegamenti fra i diversi centri operanti a livello territoriale.
protocolli condivisi, finalizzati a ridurre i parti pre-termine,
i tagli cesarei e l’eventuale sviluppo del diabete tipo 2 negli
anni successivi al parto.
l’argomento “gravidanza” nei comuni piani educativi per
tutte le pazienti diabetiche in epoca fertile (accanto alla gestione
della dieta, delle ipoglicemie, dell’autocontrollo).
la comunicazione tra pazienti, mediatori culturali e operatori
sanitari, per ottimizzare l’outcome materno-fetale nelle
gestanti diabetiche migranti nel nostro paese.

Data di pubblicazione: Gennaio 2010
 
News
Rassegna Stampa
Editoriali e pubblicazioni
DAWN International
DAWN Award 2010
Changing Diabetes Barometer